THÈ VERDE: buono e dalle infinite proprietà benefiche

TUTTI I COLORI DEL THÈ

Il Thè può essere nero, bianco, verde, giallo e rosso.

Il colore è dato principalmente dal livello di fermentazione delle foglie di Thè, fatta eccezione per il The rosso che non è ottenuto da queste foglie, bensì dalle foglie di una pianta africana, chiamata rooibos.

L’Africa è comunque, insieme a India, Giappone e Cina, uno dei maggiori esportatori di Thè. Quello più “classico” è il Thè nero, che prende questo colore grazie appunto a un elevata fermentazione delle foglie. Quello meno trattato è il Thè bianco, le cui foglie vengono al massimo essiccate, ma è anche il più raro. La tipologia “gialla” è tipica della Cina: le foglie sono sottoposte ad un livello minore di fermentazione rispetto a quello nero e trattate invece con una metodologia particolare chiamata appunto “ingiallimento”.  the5Le foglie di Thè verde, invece, non sono sottoposte a fermentazione, ma essiccate al sole disposte su vassoi di bamboo. Il Thè verde si distingue per le sue proprietà rimineralizzanti e antiossidanti e per il fatto di prevenire molti tipi di malattie.


STORIA E BENEFICI DEL THÈ VERDE

Le foglie di Thé Verde sono conosciute e utilizzate da almeno 4000 anni come portatrici di salute e di elementi benefici per la salute, cioè i polifenoli e le catechine, sostanze che aiutano a migliorare alcune malattie e diversi disturbi dell’organismo grazie al loro effetto drenante e antiossidante. Il Thé Verde si ricava dai germogli e dalle foglie giovani della pianta conosciuta come “camellia sinensis”.

Già nell’antichità i cinesi sapevano che il Thé Verde ha il potere di guarire il mal di testa, aiuta ad eliminare le tossine e a preservare la giovinezza. Per anni, nessun’altra cultura aveva dato importanza a questo infuso, ed è solo da un paio di anni che numerose ricerche scientifiche ci hanno dimostrato i suoi numerosi benefici.

Le varie tipologie di thé che conosciamo provengono tutte dalla camellia sinesi e si differiscono per la durata di fermentazione delle foglie, quello verde viene solamente lavato e riscaldato per prevenire la fermentazione mantenendo tutte le sue proprietà benefiche. Uno dei più interessanti sviluppi della ricerca degli ultimi anni è stato la riscoperta delle straordinarie proprietà anti-invecchiamento e anti-cancro del thé verde.

Il metodo migliore per ottenere la quantità maggiore di catechine in una tazza di The verde è quello dell’infusione, facendo riposare il tutto per 5 minuti prima di bere, ma attenzione nonostante sia benefico, è consigliabile comunque farne un consumo controllato soprattutto per la presenza di teina (equivalente della caffeina).

La dose raccomandata è da 1 a 2 tazze da 250 cc al giorno.


PERCHE’ BERE THÈ VERDE? 

Ecco 13 buoni motivi:

  • agisce come regolatore del peso e del metabolismo, perché ha effetti ipogliceminizzanti e riduce l’assorbimento degli zuccheri;
  • è anti-stanchezza;
  • ha un effetto rimineralizzante per pelle, capelli e ossa;the3
  • ha un effetto antiossidante;
  • è nella lista degli alimenti utili nella prevenzione dei tumori;
  • è anti-invecchiamento;
  • riduce gli effetti negativi del fumo;
  • aiuta a rafforzare il sistema immunitario;
  • neutralizza l’acidità di stomaco;
  • sembra essere anche efficace come anti-carie per la presenza di fluoro;
  • almeno 2 tazze al giorno sembrano ridurre significativamente il rischio di aterosclerosi del 50%, perché proteggono le arterie da nuovi depositi e quindi dalla formazione di nuove placche nella carotide;
  • contiene molti flavonoidi, sostanze antiossidanti, che hanno azioni protettiva contro l’infarto;
  • aiuta la coagulazione del sangue e la cicatrizzazione delle ferite, grazie alla presenza di vitamina K.


 

FONTI:

https://www.greenme.it/mangiare/altri-alimenti/9749-varieta-di-te

www.alimentazione-salute.it

http://www.saniperscelta.com/13-buoni-motivi-per-iniziare-a-bere-te-verde/